images/stories/1-pagina/82.jpg
images/stories/1-pagina/AA110.jpg
images/stories/1-pagina/AA124.jpg
images/stories/1-pagina/AA131.jpg
images/stories/1-pagina/AA141.jpg
images/stories/1-pagina/AB9.jpg
images/stories/1-pagina/B16.JPG
images/stories/1-pagina/F24.jpg
images/stories/1-pagina/Pulcani33.jpg
images/stories/1-pagina/Pulcani39.jpg
images/stories/1-pagina/Pulcani48.jpg
images/stories/1-pagina/campo26.jpg

GattiFabrizio Gatti torna sulla panchina del Ventimiglia calcio.

Adesso in questo articolo dovremmo raccontare chi è Fabrizio Gatti, ma come si fa a raccontare chi è (o chi è stato) Gatti ai tifosi del Ventimiglia?

Fabrizio è stato uno degli attaccanti più prolifici in circolazione nella nostra zona tra gli anni ’80 e 2000.

Ha giocato in serie C con Sanremese, Nocerina e Pontedera, in serie D con Savona e Biellese, poi in Eccellenza e Promozione con Argentina e Ventimiglia.

Ha dovuto interrompere la carriera da giocatore a causa di un brutto infortunio subito a Masone nel corso della stagione 2001-02, ma ha intrapreso subito quella da allenatore e si è visto subito che aveva delle qualità non comuni.

Una promozione conquistata subito, nella prima stagione da allenatore, poi per dodici campionati consecutivi - salvo un paio di stagioni in cui non aveva iniziato la stagione da allenatore per poi essere richiamato a stagione in corso - è stato l’allenatore del Ventimiglia Calcio.

Trecentoventuno panchine col Ventimiglia spalmate tra la stagione 2001-02 e la stagione 2012-13 (e 134 vittorie).

Basterebbe questo dato per spiegare chi è Fabrizio Gatti. Non so quanti allenatori in Italia siano stati seduti così a lungo sulla stessa panchina. 

Con quali risultati? Direi eccellenti. Memorabile il quarto posto (con lo spareggio per la serie D mancato per un punto) della stagione 2002-03 e da sottolineare anche due quinti posti in Eccellenza, con la squadra granata sempre tra le protagoniste del massimo torneo regionale. Poi due promozioni dalla Promozione all’Eccellenza.

L’addio di Gatti ai colori granata è datato 15 gennaio 2013, campionato di Promozione. Il mister lascia dopo il pareggio interno per 2 a 2 contro la Rivarolese (guarda caso la stessa avversaria di domenica scorsa…). 

Sono passati poco più di sei anni e sicuramente, conoscendolo, Fabrizio avrà una voglia matta di rimettersi in gioco e di ricominciare in un ambiente che conosce molto bene.

Quello di domenica a Pietra Ligure per Gatti dovrebbe essere il debutto sulla panchina granata, ma ne siamo proprio sicuri? Sarà la sua 322ª presenza sulla panchina del Ventimiglia Calcio. In questi casi si usa dire: “dove eravamo rimasti?”